Termini e condizioni

Il Re dei Sapori Antichi (di seguito denominata Società) con sede legale in Via ………………….,iscritta al Registro Imprese di Reggio Calabria, è titolare del sito www.ilredeisaporiantichi.it

Accettazione delle condizioni generali di vendita

  1. Il contratto stipulato tra la società e il Cliente rientra nella sfera dei contratti a distanza e dunque soggiace alle disposizioni di legge di cui al Decreto Legislativo 22 maggio 1999, n. 185 capitolato “Attuazione della direttiva 97/7/CE relativa alla protezione dei consumatori in materia di contratti a distanza”.

Tale contratto deve intendersi concluso con l’accettazione, anche solo parziale, dell’ordine da parte della società e si ritiene tacita, se non altrimenti comunicato con qualsiasi modalità al Cliente. Effettuando un ordine nelle varie modalità previste, il Cliente dichiara di aver preso visione di tutte le indicazioni a lui fornite durante la procedura d’acquisto, e di accettare integralmente le condizioni generali e di pagamento di seguito trascritte.

  1. Se il Cliente è un consumatore (ossia una persona fisica che acquista la merce per scopi non riferibili alla propria attività professionale), una volta conclusa la procedura d’acquisto online, provvederà a stampare o salvare copia elettronica e comunque conservare le presenti condizioni generali di vendita, nel rispetto di quanto previsto dagli artt. 3 e 4 e 5[1] del Dlgs 185/1999 sulle vendite a distanza.
  2. Viene escluso ogni diritto del Cliente a un risarcimento danni o indennizzo, nonchè qualsiasi responsabilità contrattuale o extracontrattuale per danni diretti o indiretti a persone e/o cose, provocati dalla mancata accettazione, anche parziale, di un ordine.
  3. Gli ordini inseriti, accettati, processati e confermati (posti nello stato di “Confermato dall’acquirente”) non possono essere annullati. Qualora il Cliente, indipendentemente che sia un consumatore finale o titolare di partita IVA, decida di annullare l’acquisto, gli verranno addebitati tutti i costi di spedizione (Andata e Ritorno) .

Modalità di acquisto

  1. Il Cliente può acquistare solo i prodotti presenti nel catalogo elettronico di il re dei sapori antichial momento dell’inoltro dell’ordine e visionabili online all’indirizzo (URL) http://www.ilredeisaporiantichi.com così come descritti nelle relative schede informative. Resta inteso che l’immagine a corredo della scheda descrittiva di un prodotto può non essere perfettamente rappresentativa delle sue caratteristiche.
  2. La corretta ricezione dell’ordine è confermata dalla società mediante l’invio di una email al recapito comunicato dal Cliente. Tale messaggio di conferma riporterà Data e Ora di esecuzione dell’ordine e un ‘Numero Ordine Cliente’, da utilizzarsi in ogni ulteriore comunicazione con l’azienda.
  3. Nel caso di mancata accettazione dell’ordine, La società garantisce tempestiva comunicazione al Cliente.
  4. Tutti i prezzi presenti nel sito sono da intendersi prezzi al pubblico e, quindi comprensivi di IVA. La società si riserva il diritto di modificare i prezzi in ogni momento, senza alcun preavviso.
  5. Il sito visualizza nella propria vetrina virtuale la disponibilità dei prodotti, poiché il contemporaneo accesso di molti utenti-clienti e la contemporanea possibilità di ordini “on line” modificano tali disponibilità. Il sito non garantisce la certezza di assegnazione della merce ordinata; inoltre su determinati prodotti, oggetto di promozioni di prezzo, si riserva il diritto di accettare tali ordini riducendone le quantità, previa comunicazione e accettazione da parte del Cliente, in assenza della quale l’ordine dovrà ritenersi annullato.

 Modalità di pagamento

  1. Il pagamento viene effettuato tramite PayPal o tramite bonifico bancario o in contrassegno contestualmente alla consegna della merce ordinata.

10.1 In caso di annullamento dell’ordine, sia da parte del Cliente che nel caso di mancata accettazione dello stesso da parte della Società, verrà richiesto contestualmente dalla Società l’annullamento della transazione e lo svincolo dell’importo impegnato. I tempi di svincolo, per alcuni tipologie di carte accettate dal sistema di pagamento PayPal, dipendono esclusivamente dal sistema bancario e possono arrivare fino alla loro naturale scadenza. Una volta effettuato l’annullamento della transazione, in nessun caso la Società può essere ritenuta responsabile per eventuali danni, diretti o indiretti, provocati da ritardo nel mancato svincolo dell’importo impegnato da parte del sistema bancario.

10.2 La Società si riserva la facoltà di addebitare l’importo sulla carta di credito del cliente tramite società di servizi di pagamento digitale PayPal al fine di evitare la scadenza dell’autorizzazione della transazione che avviene al giorno prefissato.

10.3 In nessun momento della procedura di acquisto la Società è in grado di conoscere le informazioni relative alla carta di credito dell’acquirente. Nessun archivio informatico della Società conserverà tali dati. In nessun caso la Società può quindi essere ritenuta responsabile per eventuale uso fraudolento e indebito di carte di credito da parte di terzi, all’atto del pagamento di prodotti acquisti sul sito.

 Modalità e spese di consegna.

  1. Per ogni ordine effettuato sul sito la Società emette fattura del materiale spedito; questa può essere prelevata dalla propria area cliente, ai sensi dell’art 14 D.P.R. 445/2000 e DL 52/2004[2] . Per l’emissione della fattura, fanno fede le informazioni fornite dal Cliente all’atto dell’ordine. Nessuna variazione in fattura sarà possibile dopo l’emissione della stessa.
  2. In Italia, le spese di trasporto tramite Corriere Espresso sono pari ad un importo minimo di 6,50 Euro (sei e cinquanta centesimi)e un importo massimo di 42,00 Euro (quarantadue)IVA inclusa, in funzione del peso, per ogni ordine di valore fino a 99,00 Euro (centocinquanta), secondo la seguente tabella:

TABELLA SPEDIZIONE

Per ordini superiori a 150 Euro (centocinquanta), le spese di trasporto effettuate in Italia tramite Corriere Espresso sono gratuite.

Fuori dal territorio italiano, le spese di trasporto tramite Corriere Espresso sono pari ad un importo minimo di 17,75 Euro (diciassette e settantacinque centesimi) e un importo massimo di 341,54 Euro (trecentoquarantuno e cinquantaquattro centesimi) IVA inclusa, in funzione del peso, per ogni ordine di valore fino a 900 Euro (novecento), secondo la seguente tabella:

Per ordini superiori a 250 Euro (novecento), le spese di trasporto effettuate fuori dal territorio italiano tramite Corriere Espresso sono gratuite.

Le spese di Trasporto sono comunque sempre a carico del Cliente, evidenziate esplicitamente al momento dell’effettuazione dell’ordine. Il pagamento della merce da parte del Cliente avverrà utilizzando la modalità scelta all’atto dell’ordine. Nulla è dovuto in più dal Cliente rispetto al totale dell’ordine.

  1. Nessuna responsabilità può essere imputata alla Società in caso di ritardo nell’evasione dell’ordine o nella consegna di quanto ordinato.
  2. Nel caso di mancato ritiro entro 5 giorni lavorativi del materiale presente in giacenza presso i magazzini del corriere a causa di reiterata impossibilità di consegna al recapito indicato dal Cliente all’atto dell’ordine, quanto ordinato verrà fatto rientrare presso i magazzini della Società, che provvederà a inserirla in una seconda scatola, sulla quale sarà apposta l’etichetta fornita dalla stessa Società, riportante il numero di RMA (codice di autorizzazione al rientro); va evitata in tutti i casi l’apposizione di etichette o nastri adesivi direttamente sulla confezione originale del prodotto; a norma di legge, le spese di spedizione relative alla restituzione del bene sono a carico del Cliente; non saranno inoltre rimborsate le spese di consegna al cliente ed eventuali altre spese accessorie evidenziate al momento dell’effettuazione dell’ordine; la spedizione, fino all’attestato di avvenuto ricevimento nel nostro magazzino, è sotto la completa responsabilità del Cliente; in caso di danneggiamento del bene durante il trasporto, il Corriere darà comunicazione al Cliente dell’accaduto (entro 5 giorni lavorativi dal ricevimento del bene nei propri magazzini), per consentirgli di sporgere tempestivamente denuncia.

 Privacy

  1. I dati personali richiesti in fase di inoltro dell’ordine sono raccolti e trattati al fine di soddisfare le espresse richieste del Cliente e non verranno in nessun caso e a nessun titolo ceduti a terzi. La Società garantisce ai propri clienti il rispetto della normativa in materia di trattamento dei dati personali, disciplinata dal codice della privacy di cui al DL 196 del 30.06.03. Titolare del trattamento dati è la ditta

Reclami

  1. Ogni eventuale reclamo dovrà essere rivolto alla Società, con sede legale a Reggio Calabria
  2. Legge applicabile

  3. Il contratto di vendita tra il Cliente e la Società si intende concluso in Italia e regolato dalla Legge Italiana. Per la soluzione di controversie civili e penali derivanti dalla conclusione del presente contratto di vendita a distanza, se il Cliente è un consumatore, la competenza territoriale è quella del foro di riferimento del suo comune di residenza; in tutti gli altri casi, la competenza territoriale è esclusivamente quella del Foro di Reggio Calabria.

[1]Si riporta gli artt. 3-4-5:

Art. 3. Informazioni per il consumatore

  1. In tempo utile, prima della conclusione di qualsiasi contratto a distanza, il consumatore deve ricevere le seguenti informazioni:
    a) identita’ del fornitore e, in caso di contratti che prevedono il pagamento anticipato, l’indirizzo del fornitore; b) caratteristiche essenziali del bene o del servizio;c) prezzo del bene o del servizio, comprese tutte le tasse o le imposte;d) spese di consegna;e) modalita’ del pagamento, della consegna del bene o della prestazione del servizio e di ogni altra forma di esecuzione del contratto;
    f) esistenza del diritto di recesso o di esclusione dello stesso ai sensi dell’articolo 5, comma 3;
    g) modalita’ e tempi di restituzione o di ritiro del bene in caso di esercizio del diritto di recesso;
    h) costo dell’utilizzo della tecnica di comunicazione a distanza, quando e’ calcolato su una base diversa dalla tariffa di base;i)durata della validita’ dell’offerta e del prezzo;l) durata minima del contratto in caso di contratti per la fornitura di prodotti o la prestazione di servizi ad esecuzione continuata o periodica.
  2. Le informazioni di cui al comma 1, il cui scopo commerciale deve essere inequivocabile, devono essere fornite in modo chiaro e comprensibile, con ogni mezzo adeguato alla tecnica di comunicazione a distanza impiegata, osservando in particolare i principi di buona fede e di lealta’ in materia di transazioni commerciali, valutati alla stregua delle esigenze di protezione delle categorie di consumatori particolarmente vulnerabili.
  3. In caso di comunicazioni telefoniche, l’identita’ del fornitore e lo scopo commerciale della telefonata devono essere dichiarati in modo inequivocabile all’inizio della conversazione con il consumatore, a pena di nullita’ del contratto.
  4. Nel caso di utilizzazione di tecniche che consentono una comunicazione individuale, le informazioni di cui al comma 1 sono fornite, ove il consumatore lo richieda, in lingua italiana. In tal caso, sono fornite nella stessa lingua anche la conferma e le ulteriori informazioni di cui all’articolo 4.

Art.4. Conferma scritta delle informazioni

  1. Il consumatore deve ricevere conferma per iscritto o, a sua scelta, su altro supporto duraturo a sua disposizione ed a lui accessibile, di tutte le informazioni previste dall’articolo 3, comma 1, prima od al momento della esecuzione del contratto. Entro tale momento e nelle stesse forme devono comunque essere fornite al consumatore anche le seguenti informazioni:
    a) un’informazione sulle condizioni e le modalita’ di esercizio del diritto di recesso ai sensi dell’articolo 5, inclusi i casi di cui all’articolo 5, comma 2; b) l’indirizzo geografico della sede del fornitore a cui il consumatore puo’ presentare reclami; c) le informazioni sui servizi di assistenza e sulle garanzie commerciali esistenti; d) le condizioni di recesso dal contratto in caso di durata indeterminata o superiore ad un anno.
  2. Le disposizioni di cui al presente articolo non si applicano ai servizi la cui esecuzione e’ effettuata mediante una tecnica di comunicazione a distanza, qualora i detti servizi siano forniti in un’unica soluzione e siano fatturati dall’operatore della tecnica di comunicazione. Anche in tale caso il consumatore deve poter disporre dell’indirizzo geografico della sede del fornitore cui poter presentare reclami.

Art.5. Esercizio del diritto di recesso

  1. Il consumatore ha diritto di recedere da qualunque contratto a distanza, senza alcuna penalita’ e senza specificarne il motivo, entro il termine di dieci giorni lavorativi decorrente:
    a) per i beni, dal giorno del loro ricevimento da parte del consumatore ove siano stati soddisfatti gli obblighi di cui all’articolo 4 o dal giorno in cui questi ultimi siano stati soddisfatti, qualora cio’ avvenga dopo la conclusione del contratto purche’ non oltre il termine di tre mesi dalla conclusione stessa;
    b) per i servizi, dal giorno della conclusione del contratto o dal giorno in cui siano stati soddisfatti gli obblighi di cui all’articolo 4, qualora cio’ avvenga dopo la conclusione del contratto purche’ non oltre il termine di tre mesi dalla conclusione stessa.
  2. Nel caso in cui il fornitore non abbia soddisfatto gli obblighi di cui all’articolo 4, il termine per l’esercizio del diritto di recesso e’ di tre mesi e decorre:
    a) per i beni, dal giorno del loro ricevimento da parte del consumatore;
    b) per i servizi, dal giorno della conclusione del contratto.
  3. Salvo diverso accordo tra le parti, il consumatore non puo’ esercitare il diritto di recesso previsto ai commi 1 e 2 per i contratti:
    a) di fornitura di servizi la cui esecuzione sia iniziata, con l’accordo del consumatore, prima della scadenza del termine di dieci giorni previsto dal comma 1;b) di fornitura di beni o servizi il cui prezzo e’ legato a fluttuazioni dei tassi del mercato finanziario che il fornitore non e’ in grado di controllare;
    c) di fornitura di beni confezionati su misura o chiaramente personalizzati o che, per loro natura, non possono essere rispediti o rischiano di deteriorarsi o alterarsi rapidamente;
    d) di fornitura di prodotti audiovisivi o di software informatici sigillati, aperti dal consumatore;e) di fornitura di giornali, periodici e riviste;f) di servizi di scommesse e lotterie.
  4. Il diritto di recesso si esercita con l’invio, entro il termine previsto, di una comunicazione scritta all’indirizzo geografico della sede del fornitore mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento. La comunicazione puo’ essere inviata, entro lo stesso termine, anche mediante telegramma, telex e facsimile, a condizione che sia confermata mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento entro le 48 ore successive.
  5. Qualora sia avvenuta la consegna del bene il consumatore e’ tenuto a restituirlo o a metterlo a disposizione del fornitore o della persona da questi designata, secondo le modalita’ ed i tempi previsti dal contratto. Il termine per la restituzione del bene non puo’ comunque essere inferiore a dieci giorni lavorativi decorrenti dalla data del ricevimento del bene.
  6. Le uniche spese dovute dal consumatore per l’esercizio del diritto di recesso a norma del presente articolo sono le spese dirette di restituzione del bene al mittente, ove espressamente previsto dal contratto a distanza.
  7. Se il diritto di recesso e’ esercitato dal consumatore conformemente alle disposizioni del presente articolo, il fornitore e’ tenuto al rimborso delle somme versate dal consumatore. Il rimborso deve avvenire gratuitamente, nel minor tempo possibile e in ogni caso entro trenta giorni dalla data in cui il fornitore e’ venuto a conoscenza dell’esercizio del diritto di recesso da parte del consumatore.
  8. Qualora il prezzo di un bene o di un servizio, oggetto di un contratto a distanza, sia interamente o parzialmente coperto da un credito concesso al consumatore, dal fornitore ovvero da terzi in base ad un accordo tra questi e il fornitore, il contratto di credito si intende risolto di diritto, senza alcuna penalita’, nel caso in cui il consumatore eserciti il diritto di recesso conformemente alle disposizioni di cui ai precedenti commi. E’ fatto obbligo al fornitore di comunicare al terzo concedente il credito l’avvenuto esercizio del diritto di recesso da parte del consumatore. Le somme eventualmente versate dal terzo che ha concesso il credito a pagamento del bene o del servizio fino al momento in cui ha conoscenza dell’avvenuto esercizio del diritto di recesso da parte del consumatore sono rimborsate al terzo dal fornitore, senza alcuna penalita’, fatta salva la corresponsione degli interessi legali maturati.

[2] Articolo 14 DPR 445/2000 Trasmissione del documento informatico

  1. Il documento informatico trasmesso per via telematica si intende inviato e pervenuto al destinatario, se trasmesso all’indirizzo elettronico da questi dichiarato.
  2. La data e l’ora di formazione, di trasmissione o di ricezione di un documento informatico, redatto in conformita’ alle disposizioni del presente testo unico e alle regole tecniche di cui agli articoli 8, comma 2 e 9, comma 4, sono opponibili ai terzi.
  3. La trasmissione del documento informatico per via telematica, con modalita’ che assicurino l’avvenuta consegna, equivale alla notificazione per mezzo della posta nei casi consentiti dalla legge.

IL RE DEI SAPORI ANTICHI

Ignora